01. Guida al primo utilizzo

print


Una volta installato il Metron e aver attivato la licenza, potrete aprirlo cliccando sull’icona del desktop Metron Imab

TGeO:

All’avvio si apre il programma TGeO, il gestore di ordini che vi permette di tenere traccia dei vostri preventivi.

Tramite l’albero di navigazione a sinistra è possibile vedere i preventivi organizzati secondo le seguenti cartelle principali:

 

Preventivi, dove potete trovare gli ordini in fase di sviluppo.

Ordini, dove vengono spostati automaticamente i preventivi inviati a Imab

Consegnati, gli ordini su cui avete impostato l’avvenuta consegna dell’ordine al cliente finale

Cestino, dopo è possibile recuperare i preventivi o gli ordini cancellati precedentemente

Ogni cartella si può organizzare in sottocartelle personalizzate, tramite tasto destro “Crea cartella”.

Per ogni cartella si vede l’elenco dei preventivi contenuti nell’area centrale (chiamata “tabellone”). Selezionando un preventivo, verranno visualizzate nell’area sottostante alcune informazioni e le stampe generate.

PREVENTIVI

CREAZIONE DI UN NUOVO PROGETTO

Per iniziare è sufficiente cliccare sul bottone grafico Nuovo progetto in alto:

[Per la differenza tra preventivo e progetto consultare la guida “Multistanza: gestione di preventivi tramite progetti”]

 

È quindi richiesto il cliente da associare, che può essere:

  • Un nuovo cliente, cliccando su Nuovo e quindi compilando almeno il campo contatto;
  • Un cliente esistente, selezionandolo dall’elenco dei clienti;

Confermare con Avanti.

Nella scheda successiva l’unico dato obbligatorio è il riferimento, che equivale al suo nome identificativo; di default questo sarà uguale al contatto del cliente di cui prima.

Confermare con Salva.

Quindi verificare il riferimento del preventivo e compilare eventuali informazioni aggiuntive, quindi entrare in grafica con l’apposito pulsante oppure semplicemente salvare.

 

ENTRARE IN GRAFICA CON UN PREVENTIVO ESISTENTE

Per modificare un preventivo esistente è sufficiente selezionarlo nel “tabellone” dei preventivi e quindi premere sul bottone grafico Grafica.


Entrando in grafica si avvia il Metron con un nuovo preventivo vi viene chiesto di scegliere la testatina della collezione con cui si vuole lavorare e, se previste nella collezione scelta, partono in automatico le domande di testata per il preventivo: queste sono le caratteristiche principali del vostro progetto, ad esempio la finitura e il colore delle strutture o dei frontali.

Viene visualizzato un riepilogo dell’allestimento, cliccare su OK:

E quindi la scheda per la gestione dei diversi allestimenti:

[Per ulteriori informazioni consultare la guida Nuova gestione testata]

infine si aprirà’ la schermata delle promozioni Elettrodomestici

 

Creazione della stanza di lavoro

Nota: in questa fase vengono definiti solamente i muri esterni.

È consigliabile iniziare con le stanze predefinite, scegliendo a sinistra il tipo e personalizzando a destra in alto le dimensioni, espresse in millimetri.

[Per la creazione di stanze più complesse consultare la guida Stanza avanzate]

 [Per l’inserimento di tramezze consultare la guida Stanze avanzate: le tramezze]

 [Per l’inserimento di porte e finestre consultare la guida Oggettistica: elementi decorativi e di architettura]

Proseguire con il tasto OK. Siete entrati quindi nel configuratore grafico:

VISTE STANDARD

In alto potete trovare le viste predefinite:

Le prime 6 sono le viste prospettiche: frontale, da dietro, da sopra, laterale destra, laterale sinistra e da sotto.

Le ultime quattro sono invece le isometriche: da destra, da sinistra, da dietro destra e da dietro sinistra. Le penultime  quattro sono gli zoom e la messa in prospettiva della stanza.

MUOVERE LA VISUALE

È consigliabile usare il Metron con un mouse con “rotellina”, in quanto per muovere agevolmente la visuale sarà sufficiente:

Se invece non si ha un mouse, o questo è sprovvisto di “rotellina” può utilizzare i comandi appositi nella barra degli strumenti, dove il primo da destra permette di trascinare/spostare la visuale e il secondo (da destra) di ruotare completamente.

  

INTERFACCIA METRON:

L’utente utilizza Metron attraverso una interfaccia, posizionata sulla parte alta a sinistra dello schermo, in cui sono contenute due aree principali: Listino e Distinta.

LISTINO ELETTRONICO

Il listino elettronico, che rispecchia fedelmente l’organizzazione dei nostri listini cartacei, contiene tutti gli elementi disponibili nella collezione.

È organizzato secondo uno schema ad albero basato sulle dimensioni e caratteristiche tecniche in modo da rendere il più intuibile possibile la ricerca dell’articolo desiderato:

Cartelle primarie rappresentante dei super gruppi di classificazione
(es. basi H60, elementi a giorno etc..)

 

Cartelle secondarie, caratterizzate dall’icona grafica verde

(es. cassetti, lavello etc..)

 

Selezionata una cartella secondaria, nell’area sottostante compaiono i vari articoli con le caratteristiche selezionate:

E’ possibile visualizzare gli articoli tramite l’elenco dei codici e delle rispettive descrizioni [vedi immagine precedente] o con le icone grafiche.

Per passare da una visualizzazione all’altra è sufficiente premere il primo bottone “Icone” o “Codici”.

RICERCA DI UN ARTICOLO NEL LISTINO ELETTRONICO

Premendo il bottone Ricerche è possibile ricercare un articolo per codice o per descrizione.

Per ricercare una descrizione contenente una determinata caratteristica (quindi cercando una sottostringa) è necessario precederla dal carattere *

Esempio: ricerca di tutti gli elementi nel listino di larghezza 45.

 

 

INSERIMENTO DI UN ARTICOLO

L’inserimento in grafica di un articolo può avvenire tramite due modalità: per trascinamento o tramite doppio click.

Inserimento per trascinamento

Viene solitamente inserito per trascinamento il primo elemento delle composizioni, oppure gli elementi “liberi”. È sufficiente selezionare l’articolo desiderato dal listino e trascinarlo in grafica, ma bisogna avere la cautela di rilasciare il mouse solo quando compare l’immagine del puntatore relativa al posizionamento desiderato:

  • Posizionamento a muro: compare l’immagine di un muretto
  • Posizionamento nell’angolo: compare una croce
  • Posizionamento al centro della stanza: compare un parallelepipedo

Inserimento tramite doppio click

Fondamentale per la progettazione di composizioni lineari (come ad esempio cucine e armadi), si consiglia di usarlo quanto possibile per evitare imprecisione durante l’inserimento.

È sufficiente fare doppio click sull’articolo desiderato e questo verrà posizionato affiancato all’elemento selezionato a destra o a sinistra a seconda della freccia direzionale selezionata:

Freccia verde, il nuovo elemento viene inserito a sinistra dell’elemento in grafica selezionato

Freccia rossa, il nuovo elemento viene inserito a destra dell’elemento in grafica selezionato

 

 

 

SPOSTAMENTO DI UN ELEMENTO IN GRAFICA

Per spostare un elemento, è sufficiente trascinarlo fino alla posizione desiderata e quindi rilasciare il mouse. Per facilitare lo spostamento, ci sono alcuni snap point che agganciano correttamente l’elemento:

 

 

 

Esempio 1:

Rilasciando in presenza di questo simbolo, l’elemento si affiancherà correttamente all’altro.

 

 

 

 

 

 

 

 

Esempio 2:

Rilasciando in presenza di questo simbolo, l’elemento si posizionerà correttamente all’angolo.

 

 

 

 

 

 

ELEMENTI VINCOLATI

Se un elemento risulta impossibile da spostare, anche solo parzialmente, è necessario controllare l’eventuale presenza di vincoli: questi si possono gestire tramite tasto destro sull’articolo in questione, sotto la voce “vincoli”.

Esistono più tipo di vincoli: a muro, all’angolo, in altezza e tra mobili.

 

AGGIORNAMENTO DELLA GRAFICA (correzione di anomalie grafiche)

Occasionalmente può capitare che il Metron generi delle anomalie in grafica, come ad esempio maniglie fuori posto o simili problemi.  Quando si riscontrano situazioni simili è sempre consigliato rigenerare la grafica con l’apposito strumento:

E quindi scegliere ACCURATO.

DISTINTA

PERSONALIZZAZIONE e GESTIONE DI UN ELEMENTO IN GRAFICA

Buona parte della gestione di un elemento avviene tramite la sua distinta. Questa si può aprire in più modi diversi:

  • Trovando l’elemento dall’elenco del “carrello di lavoro”
  • Avendo l’elemento in grafica selezionato andando in alto a sinistra su Distinta
  • Cliccando con il tasto destro del mouse sull’elemento e selezionando Modifica varianti

La distinta di un elemento è suddivisa in tre aree:

  1. VARIANTI: dove è possibile personalizzare le caratteristiche dell’elemento come ad esempio le finiture, eventuali maniglie e piedi e le dimensioni.  Per modificare il valore di una variante è sufficiente fare doppio click sulla riga corrispondente, si aprirà quindi la finestra con le possibili risposte.
  1. ESTESE: dove ad esempio è indicato il prezzo dell’elemento selezionato.
  1. POSIZIONE: dove si può spostare e ruotare l’elemento tramite diverse modalità

 

 

VERIFICA DELLA “CARRELLO DI LAVORO”

È possibile utilizzare la distinta per verificare quali sono gli elementi inseriti nel preventivo. Sarà sufficiente selezionare l’icona rappresentante il carrello.

ELIMINAZIONE DI UN ELEMENTO

Per eliminare un elemento è sufficiente selezionarlo con il tasto destro del mouse dalla distinta o direttamente dalla grafica e selezionare Elimina elemento.

 

SOSTITUZIONE DI UN ELEMENTO IN GRAFICA

Per sostituire un elemento dalla grafica con uno nuovo da listino è necessario:

  • Selezionare l’elemento in grafica che si vuole sostituire

  • Attivare l’icona per la sostituzione (le due frecce in cerchio)

  • Fare doppio click sull’articolo che si desidera inserire al posto dell’elemento attivo in grafica

Attenzione: si consiglia sempre di preferire la sostituzione con elementi dello stesso ingombro, in modo da non avere collisioni.

 

CAMBIARE VARIANTI DI TESTATA

Per cambiare le varianti di testata (cioè le risposte che avete selezionate alla creazione del preventivo) è sufficiente cliccare sulla prima icona a sinistra.

 

VEDERE IL PREVENTIVO

Durante la progettazione per visualizzare il preventivo, inteso come la lista completa degli articoli inseriti con i relativi prezzi,  è sufficiente cliccare sull’icona  €” di EURO .

 

Vi verranno chieste eventuali politiche di  prezzi [sconti, calcolo dell’IVA etc…] da applicare nel calcolo del preventivo.

[Per maggiori informazioni consultare la guida Impostazioni avanzate per il preventivo]

Confermare con il bottone OK.

 

TERMINARE LA SESSIONE DI LAVORO

Per terminare la sessione di lavoro e uscire dalla grafica, bisogna andare sulla terza icona da sinistra, rappresentante una spunta verde.

Ci sono 3 opzioni per uscire:

  • CREAZIONE STAMPE E SALVA, per terminare il preventivo (genera in automatico le stampe predefinite);

  • SALVA E SOSPENDI, per salvare le modifiche apportate al preventivo senza stampe, per terminarlo in un     successivo momento;

  • ESCI SENZA SALVARE, per uscire senza salvare le modifiche apportate al preventivo.

 

Attenzione!
Non è possibile chiudere il Metron dalla crocetta rossa della finestra finché è aperto un preventivo in grafica.

In automatico verrà portato in primo piano il gestore di ordini TGeO.

 

INVIO DI UN PREVENTIVO DA TGEO

Per inviare a IMABGROUP un preventivo creato da Metron, è sufficiente selezionarlo nel “tabellone” e quindi premere l’icona “Invia preventivo”.

Se il preventivo non è nello stato “confermato” sarà impossibile inviare.
Se il preventivo è troppo vecchio sarà impossibile inviare.


Sarà quindi necessario aprire in grafica (Metron) il preventivo e quindi confermarlo nuovamente uscendo con l’opzione “CREAZIONE STAMPE E SALVA”.